Credito Valtellinese comunica che si è concluso il periodo per l'esercizio dei diritti di opzione relativi all'offerta in opzione ai soci di massime n. 6.996.605.613 azioni ordinarie di nuova emissione (le "Nuove Azioni"). Durante il Periodo di Opzione (19 febbraio - 8 marzo 2018), a seguito dell'esercizio di n. 9.217.200 Diritti di Opzione, sono state sottoscritte complessivamente n. 5.816.053.200 Nuove Azioni, per un controvalore complessivo pari a Euro 581.605.320,00. Si rammenta inoltre che i Garanti, fermo il loro impegno di garanzia per l'intero ammontare dell'aumento di capitale, hanno sottoscritto prima dell'avvio del Periodo di Opzione con Algebris (UK) Limited, Credito Fondiario S.p.A. e Dorotheum GmbH & Co KG accordi di sub-garanzia di prima allocazione per un ammontare complessivo massimo pari ad Euro 55 milioni. Al termine del Periodo di Opzione risultano non esercitati n. 1.870.923 Diritti di Opzione, relativi alla sottoscrizione di n. 1.180.552.413 Nuove Azioni, per un controvalore complessivo pari a Euro 118.055.241,30. I Diritti di Opzione non esercitati (i "Diritti") saranno offerti in Borsa da Creval, ai sensi dell'art. 2441, comma 3, del Codice Civile, per il tramite di Mediobanca, nelle sedute del 13, 14, 15, 16 e 19 marzo 2018 (l'"Offerta in Borsa"), salvo chiusura anticipata dell'offerta in caso di vendita integrale dei Diritti. Nel corso della prima seduta sarà offerto l'intero quantitativo dei Diritti; nelle sedute successive alla prima saranno offerti i Diritti eventualmente non collocati nelle sedute precedenti. I Diritti acquistati potranno essere utilizzati per la sottoscrizione, al prezzo di Euro 0,10 per ciascuna Nuova Azione, di n. 631 Nuove Azioni ogni n. 1 Diritto detenuto. L'esercizio dei Diritti acquistati nell'ambito dell'Offerta in Borsa e, conseguentemente, la sottoscrizione delle Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il giorno 20 marzo 2018, presso gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A., salvo il caso in cui l'Offerta in Borsa si chiuda anticipatamente, a seguito della vendita di tutti i Diritti nelle sedute del 13 e 14 marzo 2018.