Semiconductor Manufacturing International Corporation (Smic) ha chiuso con un crollo del 3,88% a Hong Kong (contro il guadagno dell'1,04% dell'Hang Seng), dopo che il governo di Washington ha imposto limitazioni all'export dagli Usa verso il colosso cinese della produzione di chip conto terzi, a causa di "rischi inaccettabili" dell'uso di prodotti statunitensi per scopi militari. I fornitori di alcune apparecchiature a Smic dovranno ora richiedere licenze di esportazione individuali, secondo una lettera di venerdì dello U.S. Department of Commerce, citata da Reuters. La misura riguarda aziende Usa come Lam Research, Kla e Applied Materials, che producono apparacchiature per la manifattura di semiconduttori.

(RR - www.ftaonline.com)