Dax in calo ma il primo supporto tiene. Il Dax e' sceso con decisione rispetto alla chiusura di martedi' a 12155,81 punti ma i prezzi hanno stazionato mercoledi' per quasi tutta la giornata a stretto contatto con il lato alto del canale ribassista disegnato dai massimi di inizio maggio, linea superata l'11 giugno al rialzo e ora rivista dall'alto con funzione di supporto, passante a 12065 punti circa. La tenuta del supporto non cambia tuttavia il fatto che siano emersi alcuni segnali di rallentamento del rialzo preoccupanti nelle ultime ore: la candela giornaliera dell'11 giugno infatti e' uno "shooting star", elemento che spesso compare in prossimita' di punti di svolta al ribasso rilevanti, la seduta del 12 giugno ha interrotto una serie continua di massimi crescenti che si era disegnata a partire dal 3 giugno, infine sul grafico intraday le oscillazioni delle ultime sedute hanno dato luogo ad una figura di inversione ribassista dal nome di "island reversal". Il cedimento del supporto di area 12065 sarebbe quindi un evento che si inserirebbe in un contesto grafico gia' precario e potrebbe comportare non solo la ricopertura del gap rialzista del 7 giugno con base a 11960 circa ma un avvitamento verso il basso piu' esteso, almeno fino a testare a 11810 circa la media esponenziale a 100 giorni. Solo oltre i 12200 punti il timore di andare incontro ad una fase di ripiegamento verrebbe allontanato, possibile in quel caso un tentativo di ricopertura del gap ribassista del 6 maggio con lato alto a 12344 punti.

(AM - www.ftaonline.com)