Dax in flessione lunedì dopo un tentativo di rialzo. Il Dax si è spinto in avvio lunedì fino a 13026 punti, al di sopra del massimo di venerdì a 12956 e del lato alto del gap ribassista del 15 ottobre a 12975 punti, ma è poi tornato sui propri passi scendendo al di sotto della chiusura di venerdì fissata a 12909. I massimi di giornata sono sul 78,6% di ritracciamento del ribasso dal picco del 12 ottobre, senza la rottura di questo riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci resterà alto il rischio di dover considerare il rimbalzo attivatosi dai minimi del 25 settembre solo come un intermezzo della fase ribassista intrapresa dal massimo di ottobre. Sotto area 12800 atteso il test di 12720, base sul grafico intraday del gap del 16 ottobre. Supporto successivo, critico anche in ottica di medio periodo, a 12640, media mobile esponenziale a 100 giorni e base del canale crescente disegnato dal minimo di settembre. Sotto quei livelli rischio di discese non solo sul minimo di fine settembre a 12342 ma anche fino a 12254, minimo del 30 luglio, altro riferimento significativo per il quadro grafico di medio periodo.

(AM - www.ftaonline.com)