Dax in flessione nella seconda seduta dell'ottava ma il quadro grafico resta possibilista per un rialzo. Il Dax ha archiviato la giornata di martedì a 13815 punti, in calo dello 0,24%, rimanendo nella porzione centrale del canale ribassista disegnato sul grafico intraday a partire dal top dell'8 gennaio. Un canale di questo tipo (coppia di linee parallele che contiene l'andamento dei prezzi per un certo periodo) ha buone probabilità di dimostrarsi un "flag", ovvero una figura di continuazione (che interrompe solo temporaneamente senza invertirla) della precedente tendenza. Perchè il canale possa dimostrarsi un "flag" i prezzi ne dovranno superare il lato alto, attualmente in transito a 13940 punti circa. In quel caso diverrebbe probabile non solo un nuovo test dei massimi dell'8 gennaio a 14132 punti ma anche il loro superamento con successivo test di area 14250 almeno. Discese nuovamente al di sotto dei 13800 punti potrebbero anticipare il ritorno in area 13650, attuale zona di transito della base del canale citato. La violazione anche di quel supporto renderebbe poco credibile l'ipotesi rialzista prospettando invece discese verso il limite inferiore del gap del 23 dicembre posta, sul grafico intraday, in area 13425 punti. Supporto successivo a 13275.

(AM)