Dax in grande forma mercoledi' ma i prezzi si avvicinano ad una duplice forte resistenza. Il Dax ha messo il turbo mercoledi' ed e' arrivato a guadagnare il 4% circa, sesta migliore performance giornaliera degli ultimi 8 anni (di queste tre sono state realizzate nel 2020, quella record e' il +10,98% del 24 marzo), spingendosi fino in area 12500. In prossimita' dei massimi di seduta l'indice ha pero' incontrato due forti resistenze, il lato alto del canale crescente che contiene il rialzo dai minimi di meta' marzo e il 78,6% di ritracciamento del ribasso dal picco di febbraio (quest'ultima in realta' si colloca a 12600 punti). Entrambe sulla carta sembrano solide, l'indice dovra' trovare quindi una buona motivazione per superare anche questi ostacoli, motivazione che potrebbe trovare o nella riunione della Bce di domani o nella presentazione dei dati sul mercato del lavoro Usa di venerdi'. In caso di successo oltre area 12500/600 diverrebbe probabile un tentativo di ricopertura del gap ribassista del 24 febbraio con lato alto in area 13500. Resistenza successiva a 13795, massimo di febbraio. La mancata rottura di 12500/600 potrebbe avere conseguenze limitate se i prezzi si mantenessero al di sopra dei 12250 punti. La violazione di quel supporto farebbe invece temere la ricopertura del gap lasciato mercoledi' in avvio con base a 12000 circa e probabilmente anche di quello del 2 giugno con limite inferiore, sul grafico intraday, a 11630 punti.

(AM - www.ftaonline.com)