Dax, ancora un nuovo massimo ma il rialzo perde forza. Il Dax ha toccato martedi' un massimo a 12252 circa superando quindi il picco del 18 aprile a 12244 circa ma la candela giornaliera risultante dalle oscillazioni della seduta ha una estensione decisamente piu' ridotta delle tre precedenti, una indicazione di perdita di momentum (che potrebbe anche essere solo temporanea) da parte dell'indice. Nelle ultime due giornate i prezzi sono saliti a testare la trend line ribassista che unisce i massimi di gennaio con quelli di giugno 2018 incontrando una certa difficolta' nella rottura. Oltre quei livelli, il superamento dell'ostacolo, a 12245, sarebbe da confermare in chiusura di seduta per essere convincente, sarebbe possibile il test di un'altra resistenza, quella offerta a 12340 dal 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di inizio 2018, quota coincidente con il lato alto del canale crescente che parte dai minimi di dicembre 2018. Alla rottura di questa resistenza l'uptrend si guadagnerebbe la possibilita' di salire almeno fino in area 12900. Sotto 12180 invece rischio di test dei minimi di giovedi' a 12100. La violazione anche di quel supporto farebbe temere discese verso la base del gap rialzista del 3 aprile a 11777 punti circa.

(AM - www.ftaonline.com)