Massiccia flessione ieri per DiaSorin (oggi in avvio +2,0% a 176,50 euro), -12,18% dopo il -5,92% della seduta precedente. Si tratta di una fisiologica correzione a seguito del rally degli ultimi giorni: tre sedute fa il titolo ha toccato il massimo storico a 211,80 euro. Stamattina il colosso svizzero Roche (+0,7% in avvio) ha annunciato l'avvio della sperimentazione del trattamento su pazienti affetti da Covid-19 dei propri farmaci Actemra/RoActemra in abbinamento con il remdesivir di Gilead Sciences (+2,35% ieri al NASDAQ). La sperimentazione partirà in giugno e interesserà circa 450 pazienti in Europa e USA e Canada.

Roche ricorda anche che sta portando avanti la sperimentazione su pazienti affetti da Covid-19 dei propri farmaci Actemra/RoActemra in abbinamento con il trattamento standard. Risultati positivi nella sperimentazione di farmaci su pazienti con problemi respiratori causati da Covid-19 ridurrebbero probabilmente l'urgenza di disporre di test contro il virus, settore in cui DiaSorin è impegnata, con effetti negativi sulle prospettive del titolo.

L'analisi del grafico di DiaSorin mette in evidenza il forte rialzo originato dai minimi di inizio marzo (+120% circa in corrispondenza del record) e la brusca flessione delle ultime due sedute (oltre -18%). Il titolo ieri ha testato le ex resistenze di area 170 euro: una eventuale rottura confermata in chiusura di seduta creerebbe le condizioni per ulteriori approfondimenti verso 150 almeno (appoggio successivo a 130-135), supporto determinante per scongiurare il rischio di inversione di tendenza e il ritorno in area 100. Il superamento di 182 anticiperebbe un attacco a 194, ostacolo oltre il quale il titolo potrebbe puntare verso 205 e quindi sul record a 211,80. Oltre questo ultimo livello riattivazione del rally per 225-230.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)