Digital Bros (+3,93%) vola su nuovi record a 17,14 euro, superando i precedenti massimi di fine 2016 a 16,79 euro. Nonostante l'impostazione rialzista del titolo occorre mantenere un atteggiamento prudente: l'RSI a 14 sedute si è spinto nelle ultime settimane in zona di ipercomprato senza però raggiungere il picco toccato lo scorso autunno. Tra il grafico dei prezzi e l'oscillatore si è così formata una divergenza che rischia di frenare le ambizioni di crescita future. Flessioni sotto 15,50 segnalerebbero un indebolimento del quadro di breve per supporti a 14,20 e 13,20. Oltre 17,14 via libera verso 17,80 euro.

(CC - www.ftaonline.com)