Dollar Tree, importante catena commerciale statunitense, ha chiuso il trimestre al 3 agosto 2019 con vendite nette in crescita da 5,52 a 5,74 miliardi di dollari. Il margine lordo è invece diminuito da 1,66 a 1,64 miliardi di dollari. L'utile operativo flette da 382,5 a 268,9 milioni di dollari mentre l'utile netto passa da 273,9 a 180,3 milioni. L'eps si pone a 0,76 dollari contro gli 1,15 dollari di un anno prima e gli 0,81 dollari delle attese. L'eps adjusted viene fornito su base semestrale e passa da 2,34 a 1,90 dollari. La società evidenzia alcuni costi specifici collegati al consolidamento dei centri di supporto e alle iniziative di ottimizzazione dei punti vendita. Spesati in tal senso circa 76 milioni di dollari nel semestre, per l'esercizio fiscale 2019 il gruppo si attende 85 milioni di dollari complessivi per queste voci. La società sta gestendo gli effetti dei nuovi dazi sulle importazioni dalla Cina e stima per il terzo trimestre ricavi tra 5,66 e 5,77 miliardi di dollari con eps (reported) di 1,07-1,16 dollari. Per l'intero esercizio attesi ricavi a 23,57-23,79 miliardi di dollari (oltre la guidance precedente a 23,51-23,83 mld) e un utile netto per azione tra 4,90 e 5,11 dollari (senza però considerare gli ultimi incrementi dei dazi annunciati).

(GD - www.ftaonline.com)