Dollaro in calo nel pomeriggio nei mercati internazionali. Il Dollar Index, che confronta il biglietto verde alle altre maggiori valute, segna una flessione dello 0,65% e si riporta a quota 93,92, sui minimi degli ultimi due mesi.
Il cambio euro/dollaro guadagna così lo 0,74% e si riporta in zona 1,175, mentre la sterlina recupera un punto percentuale sulla valuta di Washington che cede uno 0,10% sullo yen.

Secondo alcuni osservatori, l'attenzione dei mercati si è spostata dalla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina alla Fed, che la prossima settimana potrebbe fornire nuovi dettagli sul suo cauto approccio restrittivo.
Sui mercati si sono ridimensionati di misura i timori sulla tenuta delle economie emergenti a fronte di un rialzo del dollaro e questo ha favorito l'emergere di una maggiore propensione al rischio che ha sottratto al dollaro quel ruolo di bene rifugio che aveva assunto nelle ultime settimane. Il contesto appare comunque molto fluido.

(GD - www.ftaonline.com)