Dovalue accelera al rialzo e tocca i massimi da fine agosto. Il gruppo attivo nei servizi di credit management e real estate per banche e investitori ha comunicato l'efficacia della fusione per incorporazione della controllata doValue Greece Holding Single Member Société Anonyme in doValue Greece. I prezzi si sono spinti fino a quota 10,20 per poi stabilizzarsi in area 10 euro, in netta crescita dalla chiusura di mercoledì a 9,50 euro. A 9,85 euro si colloca una forte resistenza, il 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di inizio 2020 (percentuale ricavata dalla successione di Fibonacci), ostacolo contro il quale i prezzi stavano lottando da luglio. Una chiusura di seduta oltre i 10 euro sarebbe un segnale incoraggiante, in grado di anticipare il ritorno sul top di febbraio a 12,92 euro. Resistenza intermedia a 11,50 euro. Solo discese al di sotto di 9,50 potrebbero segnalare un ripensamento del mercato e prospettare il test del supporto critico dei 9 euro, media mobile esponenziale a 100 giorni. La violazione anche di quei livelli potrebbe anticipare il raggiungimento a 8,25 della trend line rialzista che sale dai minimi di marzo.

(AM - www.ftaonline.com)