doValue (DOV), primo operatore nel Sud Europa per i servizi di credit management e real estate per banche e investitori, specializzata nella gestione e recupero di crediti deteriorati, sceglie IBM (NYSE: IBM) come partner per l'innovazione tecnologica e la gestione dell'ICT e dei processi di back office delle attività italiane. Attraverso la società controllata Dock Joined in tech ("Dock"), IBM svilupperà una cognitive data platform, grazie alla quale doValue potrà supportare tutti i clienti della filiera del credito con servizi a valore aggiunto basati sui dati dando seguito alle iniziative recentemente annunciate in questo ambito. In particolare, l'accordo prevede la cessione a Dock del ramo di azienda doSolutions, l'IT & Operations company del gruppo doValue, dedicato ai servizi informatici ed al Back Office. La rimanente parte del personale di doSolutions verrà successivamente integrata in doValue. A partire dal 1° luglio 2020, Dock, tramite un accordo decennale avrà la gestione dell'infrastruttura IT, della sicurezza informatica delle applicazioni, dei processi di back office per il gruppo doValue. A tale accordo saranno dedicate le risorse del ramo ceduto e alcune risorse di DOV per un totale di 138 persone, oltre alle risorse messe in campo da IBM e Dock. Il processo di internazionalizzazione e la crescente integrazione interna delle operation fra i diversi Paesi in cui il Gruppo doValue opera, impongono una razionalizzazione anche delle strategie e dei modelli operativi IT che, grazie all'impiego di tecnologie quali AI e multi-cloud, e all'automazione dei processi, permetterebbe di incrementare le performance operative e conseguire, al contempo, efficienze di costo ed economie di scala. La partnership con IBM per il mercato italiano rappresenta un primo passo di questo percorso di integrazione tecnologica e consentirà a doValue, attraverso successive evoluzioni all'estero, di creare una piattaforma operativa di Gruppo comune. doValue potrà ora avvalersi della collaborazione del leader mondiale nel settore dello sviluppo di tecnologie informative avanzate, presente anche negli altri mercati nei quali il Gruppo attualmente opera, inclusi Spagna, Portogallo, Grecia e Cipro. Inoltre, lavorerà con IBM con l'obiettivo di migliorare gli standard qualitativi dell'infrastruttura tecnologica al servizio del Gruppo, in risposta alle esigenze dei propri clienti e del business. Al contempo Dock realizzerà progetti innovativi per fornire un servizio integrato di estrema qualità, scalabile in termini di volumi e potenzialmente di geografie e volto a sostenere gli obiettivi di crescita e di continuous improvement del Gruppo doValue. Il perfezionamento dell'operazione costituisce un'ulteriore conferma della capacità di doValue di adattarsi al cambiamento che il contesto di mercato impone, affidandosi ad un partner in grado di affrontare le sfide dei mercati internazionali a cui il Gruppo si rivolge.

(RV - www.ftaonline.com)