Il Consiglio di Amministrazione di EdiliziAcrobatica, società specializzata in lavori di edilizia in doppia fune di sicurezza, quali manutenzioni e ristrutturazioni di palazzi ed altre strutture architettoniche, quotata sul segmento AIM Italia di Borsa Italiana (ticker EDAC) e su Euronext Growth (ticker ALEAC), riunitosi in data odierna sotto la presidenza di Simonetta Simoni, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019, redatto ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia ed in conformita? ai principi contabili italiani.

Ecco in sintesi i dati principali:

  • Valore della Produzione a € 41,8 Milioni, +59,3 YoY;

  • EBITDA a € 4,2 Milioni (EBITDA Margin al 10,1%);

  • EBIT a € 2,3 Milioni (EBIT Margin al 5,6%);

  • Utile netto a € 1 Milione;

  • Posizione Finanziaria Netta (PFN) negativa (debito) pari a € 2,6 Milioni

Riccardo Iovino, CEO e Founder di EDAC, ha commentato: "Il 2019 è stato un anno di grande crescita per EdiliziAcrobatica: un anno che ci ha visti, prima azienda italiana del nostro settore, dare vita al Dual Listing del nostro titolo, quotato da febbraio anche sul Mercato Europeo del Capitale, Euronext Growth, scambiato a Parigi. La Francia, in generale, è poi il Paese in cui abbiamo concentrato i nostri sforzi di internazionalizzazione con la nostra apertura della prima sede operativa di EdiliziAcrobatica France a Perpignan, a seguito dell'acquisizione di ETAIR – Entreprise de Travaux Aériens et d'Interventions Rapides Méditerranée, società specializzata in lavori di ristrutturazione in doppia fune di sicurezza. A breve distanza da questa prima apertura, abbiamo avviato la selezione di tecnici commerciali su altre città del Midi (Nizza, Marsiglia e Tolosa), che in breve tempo sono stati messi nelle condizioni di piena operatività. Il nostro progetto di internazionalizzazione, non si arresta, e anche quest'anno stiamo lavorando per espandere la nostra tecnica in altre città della Francia e della Spagna.Venendo al momento presente di grave difficoltà per il Paese, dovuto alla pandemia di Coronavirus, come EdiliziAcrobatica abbiamo messo in campo tutta la nostra forza e determinazione per continuare ad essere operativi e produttivi. Abbiamo quindi immediatamente avviato le procedure per l'apertura di un servizio dedicato alle sanificazioni ambientali, rispondendo così alle pressanti richieste dei nostri clienti, investendo nell'acquisizione di macchinari, detergenti e dispositivi di sicurezza per il personale. Ho sempre considerato le difficoltà che ho incontrato come imprenditore, degli stimoli per crescere e rinnovare l'azienda: come una rincorsa indispensabile per compiere un balzo più ampio verso il futuro. Oggi, EdiliziAcrobatica sta, ancora una volta, intercettando le necessità del mercato per soddisfarle con efficienza e rapidità. La responsabilità che sento come imprenditore, verso i miei dipendenti e collaboratori e verso le loro famiglie, verso gli investitori, oltre che verso il mio Paese, è un principio etico che mi guida da quando ho creato EdiliziAcrobatica e al quale non intendo sottrarmi neanche ora. EdiliziAcrobatica continuerà a crescere anche in questo complesso 2020, cogliendo ogni sfida con la determinazione di vincerla".

Anna Marras, Socia di EdiliziAcrobatica e Consigliere delegato alla gestione di tutte le risorse di EDAC: "Nel 2019 EdiliziAcrobatica ha occupato 800 risorse umane, tra dipendenti e collaboratori. 800 persone che ci siamo impegnati a formare costantemente per sostenerle in un percorso di crescita, non solo professionale, ma umano. La nostra filosofia, l'etica imprenditoriale che ci contraddistingue, si basa infatti sull'inclusione e il sostegno a ognuna delle persone che compongono il nostro Gruppo. I numeri, il conto economico, il fatturato e la crescita che ha contraddistinto il 2019 sono il risultato di una strategia umanistica ancorché finanziaria. La nostra forza, la risorsa più preziosa di EdiliziAcrobatica sono gli uomini e le donne che la compongono e che lavorano ogni giorno condividendo un obiettivo di Gruppo: crescere sempre, perché per noi è impensabile restare fermi, compiacerci dei risultati raggiunti. Ognuno di noi si sente coinvolto in prima persona, come essere umano unico e insostituibile, nel progetto condiviso di fare della nostra tecnologia Acrobatica, la tecnologia edile più diffusa nel mondo".

(GD - www.ftaonline.com)