Enel in flessione: il titolo scende a toccare un minimo intraday a 6,089 dopo avere terminato martedi' a 6,201 euro. La societa' ha presentato offerta non vincolante per comprare gli asset che Sempra Energy vuole vendere in Cile e in Peru' per concentrarsi sul mercato del Nord America. Enel ha anche firmato mercoledi' un accordo con Sonatrach, la compagnia petrolifera statale algerina, per estendere l'attuale contratto di fornitura di gas in scadenza a fine 2019. Il ribasso ha messo sotto pressione la media mobile esponenziale a 10 giorni, passante a 6,12 euro. Una violazione decisa di questo supporto rischia di lasciare spazio a discese almeno fino a testare dall'alto il top del 27 maggio a 5,82 euro. Sotto quei livelli il ribasso potrebbe estendere verso la base del canale crescente che parte dai minimi di ottobre 2018, passante a 5,60 euro circa. Solo oltre 6,30 la flessione delle ultime ore non lascerebbe incrinature nella struttura dell'uptrend sviluppatosi nelle ultime settimane. Oltre 6,44 euro possibili rialzo fino ai 6,60 euro.

(AM - www.ftaonline.com)