Enel sale mercoledi' in territorio positivo dopo le incertezze iniziali in scia alla flessione di E.On: l'utility tedesca ha rivisto al ribasso l'outlook 2020 a causa dell'impatto sul suo business dell'epidemia di coronavirus e nonostante risultati trimestrali in crescita. E.On ha abbassato da 1,7-1,9 a 1,5-1,7 miliardi di euro la stima di utile rettificato per l'intero esercizio. Mrif Cyprus Investments 3 ha acquisito il 5,8156% del capitale di Enel Russia. Mediobanca Securities ha confermato il rating "outperform" sul titolo con prezzo obiettivo a 8,60 euro. Anche Enel ha pubblicato una revisione del piano industriale al 2022 dove si legge una nuova previsione di ebitda a 18 miliardi di euro per l'intero esercizio 2020 dai precedenti 18,6 miliardi di euro. A seguito del peggioramento delle curve di incasso per effetto del Covid-19 Enel ha anche dovuto procedere alla svalutazione di crediti commerciali per parte dei 653 milioni di euro iscritti nel bilancio consolidato con maggiori accantonamenti per 136 milioni di euro. L'ebitda cumulato atteso nel periodo 2020-2022 resta comunque di 58 miliardi di euro. Dopo i primi sei mesi del 2020 Enel ha corretto la stima di utile netto per l'intero anno in una forbice che va da 5 a 6,2 miliardi di euro dai precedenti 5,4 miliardi di euro. Si ampia anche la forbice dell'indebitamento finanziario netto, prima previsto a 46,8 miliardi, ora atteso tra i 48 e i 49 miliardi di euro. Il titolo mercoledi' ha toccato un massimo intraday a 8,099 euro per poi stabilizzarsi in area 8,09 dopo aver terminato martedi' a 7,964 euro. A 8,10 euro si colloca il 50% di ritracciamento del ribasso dal massimo del 21 luglio, oltre quella resistenza possibile un proseguimento del rimbalzo visto dal minimo del 7 agosto a 7,67 con primo obiettivo a 8,32, lato alto del gap ribassista del 22 luglio, e successivo a 8,54, top del 21 luglio, toccato in prossimita' del massimo del 19 febbraio a 8,61 euro. La mancata rottura di 8,10 e la violazione di 7,85 farebbero temere invece l'avvio di un ripiegamento con obiettivo a 7,40, base del gap rialzista del 16 giugno.

(AM - www.ftaonline.com)