Enel X amplia la sua rete di ricarica per veicoli elettrici superando i 50 mila punti di ricarica pubblici con un incremento significativo rispetto ai 30 mila già disponibili all'inizio di giugno, avviando l'interoperabilità tramite eRoaming con il Charging Point Operator nordeuropeo Last Mile Solutions ed anche con gli operatori has·to·be e E.ON.

Nell'ambito della piattaforma e-mobility Hubject, questo progresso consente oggi ai clienti dell'app Enel X JuicePass di ricaricare i propri veicoli senza dover attivare nuovi contratti, nei punti di ricarica gestiti da Last Mile Solutions, has·to·be e E.ON, su una rete di circa 20 mila colonnine aggiuntive di ricarica in Austria, Belgio, Svizzera, Germania e Paesi Bassi.

"Enel X aggiunge così circa 20 mila punti di ricarica alla rete JuicePass, superando i 50mila. Questo passo è coerente con la nostra strategia: stiamo realizzando la nostra visione creando un'esperienza di ricarica semplice in tutta Europa, sfruttando le potenzialità della semplificazione e della facilità di utilizzo grazie alla tecnologia di eRoaming messa a disposizione Hubject, la scelta più affidabile e veloce per l'interconnessione di Charging Point Operator e Mobility Service Provider – ha affermato Francesco Venturini, CEO di Enel X.

"Attraverso i nostri partner di interoperabilità, e attraverso la nostra rete di proprietà, colleghiamo l'intera area del Mediterraneo, dal tacco dello stivale italiano fino alla regione settentrionale dell'Europa, consentendo ai clienti di tornare a spostarsi sulle strade e di godersi le vacanze estive senza ostacoli. Lo facciamo garantendo una rete sempre più estesa e sviluppando nuovi prodotti che soddisfano le esigenze di mobilità internazionale e di ricarica rapida e ultrarapida. Inoltre, abbiamo recentemente realizzato un importante obiettivo nella realizzazione nel nostro piano di rete di ricarica pubblica in Italia, che oggi ha superato la soglia di 10mila punti di ricarica installati e gestiti da Enel X".

I clienti JuicePass potranno ora usare l'app e andare oltre confine con un'unica interfaccia, dai paesi nordici fino all'Italia, passando per Germania, Austria e Svizzera. Viaggiare con un veicolo elettrico è sostenibile e facile grazie alle informazioni messe a disposizione dall'app sulla posizione delle colonnine di ricarica, sulla potenza disponibile, sul tipo di connettore, sulla disponibilità in tempo reale, grazie alle tariffe flessibili adattate alle esigenze dei clienti, superando così il problema della distanza e consentendo ai clienti semplicemente di godersi quest'estate l'Europa in modo confortevole e sostenibile.

Grazie ai suoi investimenti e agli accordi di interoperabilità, Enel X intende ampliare la propria rete di punti di ricarica pubblici e privati disponibili nel mondo a circa 736 mila entro il 2022, rispetto agli attuali 130 mila, con l'obiettivo di supportare l'adozione di veicoli elettrici e accelerare la decarbonizzazione del settore dei trasporti.

L'interoperabilità, o eRoaming, è una componente strutturale della missione di Enel X tesa a dare vita a soluzioni di ricarica per qualunque tipologia di utilizzo (residenziale, ufficio, transito) che siano accessibili da un unico punto di accesso, nello specifico l'app JuicePass di Enel X. Questa app rappresenta l'interfaccia unica usata dai clienti Enel X per ricaricare a casa e in ufficio e per accedere alla rete di punti di ricarica pubblici di Enel X e dei suoi partner.

La joint venture di e-mobility Hubject è stata creata nel 2012, ha sede a Berlino e tra gli azionisti figurano, oltre a Enel X, nomi come il gruppo BMW, Bosch, EnBW, Mercedes Benz AG, Innogy, Siemens e il gruppo Volkswagen. La joint-venture vanta oltre 750 business partner e 250mila punti di ricarica interoperabili in Albania, Austria, Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Colombia, Cina, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica di Corea, Romania, Russia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera, Turchia e Ungheria.

Hubject è anche un partner di consulenza apprezzato nel mercato della e-mobility, dove affianca produttori di automobili, fornitori di punti di ricarica e altre imprese collegate al mondo dei veicoli elettrici che intendono lanciare servizi di e-mobility oppure implementare "Plug&Charge", un sistema che semplifica l'esperienza di ricarica di veicoli elettrici.

(GD - www.ftaonline.com)