Eni -1,5% perde terreno in scia alla notizia delle accuse di corruzione nei confronti dell'ex procuratore generale Mohammed Adoke Bello formulate dalla EFCC (Economic and Financial Crimes Commission) della Nigeria. L'indagine riguarda la vendita del giacimento petrolifero offshore nigeriano OPL 245, avvenuta nel 2011, a Eni e Royal Dutch Shell -1,2% per 1,3 miliardi di dollari. Secondo le accuse Adoke, che è anche ex ministro della Giustizia della Nigeria, ricevette l'equivalente in dollari USA di 300 milioni di naira (al cambio attuale pari a oltre 800mila dollari) nel 2013 per facilitare la vendita di OPL 245 e far ottenere a Eni e Shell agevolazioni fiscali.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)