Volatilità elevata sul grafico di Eprice (+13,17%) che accelera nuovamente in direzione del picco di fine agosto a 0,615 euro. Oltre questo limite e alla rottura della media mobile a 50 sedute, a 0,64, atteso un sensibile miglioramento del quadro grafico per obiettivi a 0,80 e 1,06 euro. Sviluppi positivi giungerebbero poi oltre questo riferimento critico nel medio breve termine. Sotto 0,50 e alla violazione dei minimi di agosto a 0,45 rischio di riattivazione del downtrend verso nuovi record negativi.

(CC - www.ftaonline.com)