Il 30 novembre si è chiuso il periodo di sottoscrizione di Euromobiliare Equity Mid Small Cap con una raccolta di quasi Euro 400 milioni, a conferma del rapporto di collaborazione e fiducia instaurato tra Equita, l'Investment Bank indipendente italiana, ed il Gruppo Credem.

Il fondo, istituito da Euromobiliare Asset Management SGR (società di gestione detenuta al 100% da Credem), è stato interamente collocato dalle reti del Gruppo Credem presso i propri clienti.
Il fondo è gestito da Equita, tramite la controllata Equita SIM S.p.A., e si caratterizza per una gestione di tipo "flessibile", che focalizza i suoi investimenti su titoli azionari di emittenti italiane, in particolare di piccola e media dimensione, a cui si aggiunge una parte di titoli di emittenti europei.

Il Fondo, ora chiuso in ingresso, ha una durata di 7 anni e si pone l'obiettivo, in tale orizzonte temporale, di accrescere il capitale investito.

Equita, in seguito all'accordo siglato con Euromobiliare Asset Management SGR, ha aumentato le masse in gestione oltre Euro 840 milioni. L'esperienza quindicennale maturata da Equita con il Gruppo Credem nell'ambito delle gestioni patrimoniali in titoli azionari domestici consentirà al nuovo fondo di beneficiare non solo delle suddette competenze ma anche di una conoscenza approfondita degli emittenti europei sviluppata dal team guidato da Gianmarco Bonacina che coordina la ricerca europea.

Matteo Ghilotti, Co-Responsabile dell'Alternative Asset Management e Responsabile delle gestioni in delega di Equita, ha commentato: "L'entità della raccolta realizzata dal Gruppo Credem, a maggior ragione se si considera il contesto di mercato tutt'altro che facile, è il segnale più evidente del rapporto di fiducia reciproca che Credem ed Equita hanno costruito nel corso degli anni".