ERG, +1,7% a 17,28 euro, supera gli ostacoli di area 17,15 e si candida al ritorno sui massimi allineati a 17,80/17,85 toccati tra gennaio e marzo. Oltre questi ultimi riferimenti il quadro grafico di medio periodo migliorerebbe sensibilmente, preannunciando estensioni verso 18,50/18,60 almeno. Il titolo ha accelerato al rialzo una settimana fa dopo che il produttore di energia elettrica da fonti rinnovabili ha annunciato di aver archiviato il primo trimestre con ricavi in crescita a 296 milioni di euro (284 milioni nel trim1 2018) e risultato netto pari a 49 milioni rispetto a 85 milioni del trim1 2018, che beneficiava della plusvalenza relativa alla cessione del parco eolico di Brockaghboy nel Regno Unito (27 milioni). L'a.d. Luca Bettonte ha dichiarato che la probabilità di operazioni M&A quest'anno è piuttosto elevata.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)