Esprinet S.p.A. (Borsa Italiana: PRT) comunica di avere sottoscritto in data odierna una RCFRevolving Credit Facility a 3 anni con un pool di banche domestiche e internazionali per un importo complessivo pari a 152,5 milioni di euro. Il finanziamento è assistito da una struttura di covenant finanziari tipici per di operazioni di lunga durata. La nuova RCF ha visto una partecipazione notevolmente superiore rispetto alla misura massima inizialmente stabilita in 125,0 milioni di euro, ad ulteriore riprova della favorevole attitudine del ceto bancario nei confronti del Gruppo. L'operazione fa seguito al rimborso integrale del precedente finanziamento in pool in essere per 72,5 milioni di euro (la connessa linea di credito revolving da 65.0 milioni di euro non era utilizzata). Grazie a tale finanziamento, che va ad integrare gli altri finanziamenti "committed" del Gruppo (oltre 56 di euro di finanziamenti a medio-lungo termine in essere unitamente al programma triennale di cartolarizzazione di crediti commerciali da 100 milioni di euro) e gli affidamenti di natura commerciale, il Gruppo consolida la propria struttura finanziaria ormai totalmente adeguata a supportare i futuri sviluppi di business. Le banche che hanno sottoscritto la sindacazione sono le seguenti:
Global Coordinator e Arranger: Banca IMI S.p.A., UniCredit S.p.A. e Banca Nazionale del Lavoro S.p.A..
Arranger: Intesa Sanpaolo S.p.A., Banco BPM S.p.A., Caixabank S.A., Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. e Crédit Agricole Italia S.p.A.
Manager: UBI Banca S.p.A., Credito Valtellinese S.p.A.
Il pool di banche è costituito dalle stesse banche partecipanti al precedente finanziamento con due nuovi ingressi ed una defezione. La Banca Popolare di Sondrio ha infatti optato per un finanziamento "amortising" a 4 anni da 15 milioni di euro già deliberato ed attualmente in fase di stipula. Banca IMI S.p.A., ha svolto il ruolo di Banca Agente. La documentazione legale è stata curata dallo Studio Simmons & Simmons, che ha assistito il pool di banche finanziatrici, mentre lo studio Chiomenti ha agito in qualità di consulente legale di Esprinet. L'amministratore delegato del Gruppo, Alessandro Cattani, ha così commentato: "La concessione della Revolving Credit Facility rappresenta un tassello importate della strategia finanziaria del nostro Gruppo da sempre improntata ad ottenere la necessaria stabilità e flessibilità delle fonti. Grazie a questa nuova linea il Gruppo ha ora una struttura adeguata a supportare i nostri piani di sviluppo futuro."