Il Consiglio di Amministrazione di Esprinet, riunitosi in data 13 febbraio 2020 sotto la presidenza di Maurizio Rota, ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 dicembre 2019, redatto in conformità con i principi contabili internazionali IFRS.

Alessandro Cattani, Amministratore Delegato di Esprinet: "I positivi risultati dell'esercizio 2019 evidenziano un miglioramento strutturale dei principali indicatori di creazione di valore individuati dal Gruppo e sintetizzati dal ROCE ("Return on Capital EmpIoyed"). L'EBIT è pari a 42,0 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto all'EBlT corrente de l20 76' e +77%rispetto all'EBlT che scontava tuttavia oneri non ricorrenti per 77,2 milioni di euro. Il Cash Conversion Cycle evidenzia un continuo trend di miglioramento e chiude a 24 giorni, con una riduzione netta di 70 giorni rispetto al picco di inizio 2018 e registrando il migliore risultato degli ultimi 16 trimestri. ll ROCE si attesta al 9,8 % (9,4 %nel 2018) situandosi nel corso dell'intero esercizio al di sopra del costo medio ponderato del capitale stimato pari oII'8%. Il forte miglioramento dei livelli di circolante assorbiti, unitamente alla ridefinizione della struttura dei finanziamenti bancari conclusa nel corso dell'anno, sono alla base dei requisiti di solidità finanziaria atti a garantire il necessario sostegno dei piani di sviluppo sia organico che tramite eventuali operazioni di acquisizione. La crescita registrata nel corso degli ultimi anni ci ha consentito di raggiungere la leadership in termini di volumi necessaria per accostare al nostro consolidato modello transazionale sui prodotti più consumer anche lo sviluppo dimodelli di business a maggior valore aggiunto sia in termini di complessità dei prodotti venduti (es: Advanced Solutions) che di contenuto di servizio erogato a clienti e fornitori."