Johnson & Johnson (J&J) ha annunciato venerdì di avere abbandonato i piani per l'acquisizione di TachoSil. Ethicon, sussidiaria del colosso del New Jersey, nel maggio 2019 aveva raggiunto l'accordo per il takeover del marchio di cerotti chirurgici (per il controllo del sanguinamento, leader di mercato in Europa) di proprietà della giapponese Takeda Pharmaceutical per 400 milioni di dollari. Sempre venerdì era stata la U.S. Federal Trade Commission (Ftc), per bocca del suo chairman Joseph Simons, a dichiarare che l'operazione presentava potenziali problemi normativi visto che Johnson & Johnson vende l'Evarrest, la sola alternativa al Tachosil approvata per la commercializzazione in Usa. A fine marzo era stata invece la Commissione europea ad avviare un'indagine approfondita sull'acquisizione. "Ethicon e Takeda hanno deciso reciprocamente di terminare la transazione su TachoSil, concordando sul fatto che fosse la decisione giusta, date le preoccupazioni dei regolatori", ha dichiarato un portavoce di J&J, secondo quanto riportato da Reuters. Johnson & Johnson aveva chiuso in declino dell'1,03% lunedì al Nyse. Successivamente Takeda ha guadagnato lo 0,64% a Tokyo, contro il rally del 3,13% del Nikkei 225.

(RR - www.ftaonline.com)