Eur/Jpy fermi sui minimi della scorsa settimana. Nel corso dell'ultima ottava conclusasi venerdì le quotazioni hanno violato il supporto orizzontale a 120 circa, inviando un segnale di debolezza da non sottovalutare. Per il momento tuttavia il ribasso partito a inizio anno da area 122,80 ha un'ampiezza inferiore ai 2/3 del movimento rialzista che lo precede. Solo sotto area 118,50, pari al 61,8% di retracement del rialzo dai minimi di settembre, la situazione potrebbe precipitare comportando un nuovo test di tali minimi a 115,82, con unico supporto intermedio a 117 circa, minimi di ottobre. Per assistere invece a un miglioramento delle prospettive sarà decisivo il ritorno sopra area 120, seguito dalla rottura in tempi brevi di area 121,40/121,50. Movimenti fino a questo livello andrebbero infatti considerati un pericoloso return move, un test dal basso della trend line tracciata dai minimi di settembre, violata a fine gennaio a 120,80 circa, che potrebbe concludersi con la ripresa del trend ribassista verso i target negativi indicati sopra.

(CC - www.ftaonline.com)