Eur/Usd fermo poco mosso dopo aver concluso venerdì la peggior ottava da aprile. Presto stabilire se questo calo indichi la fine del rally per Eur/Usd, ma con la violazione dei supporti a 1,1740 il cambio ha completato un testa e spalle ribassista disegnato dai massimi di agosto, attivando le implicazioni negative del pattern per obiettivi a 1,1490 circa, picco di marzo e livello corrispondente al 38,2% di ritracciamento del rialzo intrapreso a marzo. Per quanto ampia, una flessione fino a questo riferimento non danneggerebbe le prospettive di rialzo e potrebbe invece risultare propedeutica per una nuova reazione capace di riportare le quotazioni a ridosso degli ostacoli tenaci a 1,20 circa. Discorso diverso invece, nel caso di discese sotto la media mobile a 100 giorni, passante da area 1,1490: in tal caso rischio di accelerazione al ribasso verso il supporto successivo a 1,1325 circa.

(CC - www.ftaonline.com)