Eurostoxx Insurance di fronte ad un bivio. Il grafico dell'indice settoriale Eurostoxx Insurance (EU0009658442), paniere contenente anche le italiane Assicurazioni Generali, Poste Italiane e Unipolsai, ha avuto un evidente sussulto rialzista nell'ultima seduta dell'ottava spingendosi fino a quota 255,50 dopo avere terminato giovedi' a 252,25 euro. Il rialzo non basta tuttavia a modificare il quadro grafico caratterizzato dalla presenza di un potenziale testa spalle ribassista. Questa figura, formata dai due picchi del 3 aprile e del 2 giugno, le "spalle", e dal massimo del 25 aprile, la "testa", potrebbe rappresentare il punto di arrivo del rialzo avviatosi con i minimi del luglio 2016 a 181,25 euro. Solo discese al di sotto della base della figura, la cosiddetta "neckline", linea congiungente i minimi del 20 aprile e del 18 maggio e in transito ora a 248,50 euro circa (coincidente con la trend line rialzista disegnata dai minimi di luglio 2016 e con la media mobile a 100 giorni), attiverebbero comunque le implicazioni negative dettate dalla presenza del testa spalle segnalando l'avvio di un ribasso con obiettivi a 233,40 circa e successivamente a 255,09, base del gap rialzista del 10 novembre scorso. Il superamento del picco dello "shooting star" del 2 giugno (tipologia di candela i cui massimi sono una forte resistenza) a 257,47 euro allontanerebbe i rischio di ribasso che comunque non verrebbero cancellati fino al superamento dei massimi di aprile a 262,77 euro. In quel caso attesi movimenti fino ai 291/92 euro almeno.

(AM - www.ftaonline.com)