Eurotech (+3,78%) in pressing sui massimi pluriennali a 9,68 circa. I segnali di eccesso evidenziati dall'RSI a 14 sedute sono però rientrati, disegnando tra il grafico dei prezzi e quello dell'oscillatore una chiara divergenza potenzialmente ribassista. Indicazioni in questo senso giungerebbero però solo alla violazione della media mobile esponenziale a 50 sedute, passante da 7,98 circa, per supporti a 7,50 e 7 circa. Al contrario, oltre 9,70 la spinta propulsiva si riattiverebbe per obiettivi a 10,20 circa, massimi di agosto 2006.

(CC - www.ftaonline.com)