Il Consiglio di Amministrazione di Expert System, società leader nel mercato di cognitive computing e text analytics, quotata sul mercato AIM Italia, organizzato e gestito da Borsa Italiana, ha approvato in data 27 marzo 2017 il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2016, che sarà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea Ordinaria degli Azionisti prevista, in prima convocazione, in data 27 aprile, ed occorrendo, in seconda convocazione il 28 aprile 2017.

Stefano Spaggiari, Amministratore Delegato di Expert System, ha così dichiarato: "I risultati dell'esercizio 2016 riflettono il grande sforzo effettuato dalla società nel processo di sviluppo e affermazione in ambito internazionale, già alla base del progetto di quotazione del 2014. La percentuale di fatturato sviluppata sui mercati esteri ha raggiunto il 61% con una presenza significativa anche sul più importante mercato a livello mondiale, quale quello statunitense, dove l'azienda è presente con due società che si occupano rispettivamente del mercato civile e di quello governativo. In questo breve arco temporale il fatturato è raddoppiato ed Expert System è diventata il più grande "pure player" semantico a livello europeo nell'ambito della text analytics e del cognitive computing. Nel corso del 2016 Expert System è stata inserita nelle prime posizioni, su oltre 200 realtà esaminate, nella classifica mondiale delle migliori aziende che sviluppano prodotti per la "Big Data Text Analytics" dal prestigioso analista di settore Forrester oltre ad avere ricevuto diversi altri Awards e riconoscimenti internazionali.

Attraverso un grande sforzo di sviluppo commerciale sono stati acquisiti nuovi e prestigiosi clienti che rappresentano un importante investimento per il futuro. Il tema dell'Artificial Intelligence inizia a entrare prepotentemente nelle aziende che, negli anni a venire, stanzieranno sempre maggiori risorse per questo tipo di applicazioni. In termini di investimenti legati al futuro, il 2016 è stato anche un anno caratterizzato dall'integrazione delle realtà acquisite nel corso del 2015, a livello di risorse umane e tecnologico, con l'avvicendamento di figure manageriali quali due nuovi CEO nei mercati chiave di USA e Germania, e dalla ridefinizione dell'offerta nei vari paesi.