Il Consiglio di Amministrazione di Expert System S.p.A., società leader nel mercato dell'Artificial Intelligence, quotata sul mercato AIM Italia organizzato e gestito da Borsa Italiana, ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2018, che sarà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea Ordinaria degli Azionisti in data 17 aprile 2019 in prima convocazione e, occorrendo, in data 18 aprile 2019 in seconda convocazione.

• Principali risultati consolidati al 31/12/2018:
- Ricavi delle vendite pari a Euro 28,7 milioni, +12,1% rispetto al 2017 (Euro 25,6 milioni)
- Valore della Produzione pari a Euro 35,5 milioni, +8,2% rispetto al 2017 (Euro 32,8 milioni)
- EBITDA pari a Euro 4,6 milioni, con una crescita di circa Euro 3,6 milioni (+343%) rispetto al 2017 (Euro 1,0 milioni) ed EBITDA MARGIN del 16,2%
- Posizione Finanziaria Netta pari a Euro 12,4 milioni (Euro 8,8 milioni al 31/12/2017)

Il Risultato Netto del Gruppo Expert System, negativo per Euro 3,8 milioni, è migliorato notevolmente rispetto all'anno precedente (negativo per Euro 8,3 milioni), anche grazie al miglioramento della gestione finanziaria che ha registrato un risultato pari a Euro 97 mila (negativo per Euro 2,2 milioni al 31/12/2017) beneficiando di utili netti intercompany su cambi per Euro 556 mila (perdite nette intercompany su cambi per Euro 1,7 milioni nel 2017).

Stefano Spaggiari, Amministratore Delegato di Expert System S.p.A., ha dichiarato: "Per Expert System il 2018 è stato un anno di grande soddisfazione sia sul fronte tecnologico, con la conferma della leadership mondiale di Cogito, sia sul fronte commerciale. Abbiamo rispettato le guidance relative a fatturato ed EBITDA, che si attesta ad un 16,2% con una crescita pari al 343%, in un mercato in progressiva maturazione in cui l'intelligenza artificiale si sta sempre più affermando come leva strategica per la competitività e lo sviluppo. Nel segmento enterprise, abbiamo avuto una buona crescita in Italia, Spagna e UK con l'acquisizione di nuove importanti commesse e negli Stati Uniti in ambito governativo. Abbiamo consolidato il processo di evoluzione del modello di business legato alla vendita di licenze ricorrenti rispetto a quelle perpetue (le prime ora si attestano al 72%), registrando su questo importante aspetto un CAGR 2016-2018 pari al 61,2%. Questi eccellenti risultati sono stati raggiunti anche incrementando i margini sulle attività di Professional Services e, contestualmente, effettuando un'ottimizzazione dei costi pur lasciando spazio ad importanti investimenti in R&D e allo sviluppo di nuovi canali commerciali che rappresentano asset imprescindibili nella strategia dell'azienda."