Exprivia (+4,47%) si riavvicina velocemente alla trend line tracciata dai massimi della scorsa estate, ostacolo a 0,842 euro. Servirà la rottura di questo elemento per archiviare la fase laterale convergente in atto dallo scorso marzo, permettendo così ai prezzi cdi rivedere i massimi di novembre/dicembre a 0,87 euro e quelli di giugno 2020 a 0,94/0,95. Indicazioni negative invece nel caso di ritorno sotto 0,73 prologo alla rivisitazione dei recenti minimi a 0,58 circa.

(CC - www.ftaonline.com)