Ancora una conclusione negativa per Fca che oggi ha terminato le contrattazioni in calo, perdendo terreno per la terza seduta di fila.

Fca scende ancora e perde quota per la terza seduta di fila

Il titolo, dopo aver ceduto ieri oltre due punti percentuali, ha continuato ad arretrare oggi, muovendosi sostanzialmente in lina con l'indice Ftse Mib.

Fca si è fermato a ridosso dei minimi intraday a 8,631 euro, con un calo dell'1,88% e oltre 6,5 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 10,7 milioni di pezzi. 

Fca: rigettata la causa intentata da General Motors

Il titolo ha perso terreno malgrado le buone notizie arrivate dagli Stati Uniti, dove un giudice federale di Detroit ha respinto la causa intentata da General Motors lo scorso novembre contro FCA su presunte tangenti ai sindacati.

Questo perchè il colosso americano non ha dimostrato di essere stato direttamente danneggiato.

Fca: per Equita viene meno una minaccia. Buy confermato

Sebbene General Motors minacci di proseguire nell’azione legale, a detta degli analisti di Equita SIM viene rimossa una potenziale minaccia per Fca che comunque loro non avevano mai considerato nella loro valutazione.

A ciò si aggiunga che PSA non ha mai dichiarato di considerare la causa di General Motors come un intralcio per la fusione.

Confermata la view bullish su Fca che per Equita SIM è da comprare, con un prezzo obiettivo a 9,9 euro.

Fca: anche Bca IMI invita all'acquisto

Lo stesso rating "buy" è stato ribadito oggi da Banca IMI, con un target price a 9,4 euro dopo le notizie arrivate dagli States.

Gli analisti fanno notare che, pur non potendo escludere un appello di General Motors, la notizia della causa rigettata è positiva per Fca che potrebbe rimuovere questo problema prima della fusione con Psa.