Tra le blue chips che oggi sono riuscite a muoversi in controtendenza rispetto al Ftse Mib troviamo Fca che ha terminato gli scambi poco sopra la parità.

Dopo aver ceduto lo 0,27% prima del week-end, il titolo oggi si è fermato a 12,322 euro, con quasi 5,5 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 11,5 milioni di pezzi.

Fca si è mantenuto a galla alla vigilia dell'assemblea degli azionisti di Nissan e gli analisti di Equita SIM ricordano che in settimana il presidente francese Macron incontrerà il primo ministro giapponese, Abe.

Diverse fonti di stampa segnalano che questi due eventi potrebbero riaprire il tavolo della fusione Renault-Fca.
In particolare il Wall Street Journal riporta che dirigenti del gruppo francese sono ottimisti sul riavvio di negoziazioni per la fusione e che il presidente di Renault Senard ed Elkann si sarebbero incontrati anche dopo la chiusura della trattativa, ma non per parlare della fusione.

In attesa di novità Equita SIM non cambia idea su Fca e ribadisce la raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 14,5 euro.