In una giornata in cui Piazza Affari è riuscita a dare vita ad un buon recupero dopo il calo delle ultime due sessioni, l'unico a chiudere gli scambi in rosso tra le blue chips è stato Fca.
Il titolo, reduce da una settimana decisamente pesante in cui ha lasciato sul parterre quasi il 14%, complice quasi interamente il crollo accusato nella sessione di giovedì scorso, oggi ha anche provato a risalire la china, fallendo però nel suo intento.
Fca ha avviato gli scambi in salita, ma non è riuscito a confermarsi sopra la parità, archiviando la terza giornata consecutiva con il segno meno. Il titolo si è fermato a 12,942 euro, con un ribasso dello 0,38% e oltre 13 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 7,9 milioni di pezzi.
Fca risente anche dello scossone accusato la scorsa settimana in occasione della presentazione dei conti del 2018, accompagnati da una guidance deludente per l'anno in corso.
Da segnalare che il titolo resta sotto i riflettori insieme all'intero comparto, in attesa di novità sul fronte delle trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina, in vista degli incontri che si terranno a Pechino in questi giorni tra gli alti funzionari due Paesi.