La Federal Reserve americana sta esaminando eventuali metodi aggiuntivi che potrebbero rivelarsi utili nel caso in cui una eventuale recessione costringa la banca centrale a ridurre i tassi vicino allo zero. Lo ha affermato il vicepresidente della Federal Reserve Richard Clarida.
La Federal Reserve sta conducendo una revisione del quadro istituito sotto Ben Bernanke nel 2012, per accertare se sia abbastanza flessibile da gestire scenari futuri.
La banca centrale è alle prese con le modifiche da apportare alla strategia e agli strumenti di politica monetaria, in particolare per quanto riguarda l'obiettivo di inflazione del 2%.
L'economia americana sembra essere cambiata nel corso degli ultimi anni al punto da considerare meno pericolosa l'inflazione elevata. Da quando la banca centrale ha adottato il quadro attuale, l'inflazione è rimasta costantemente al di sotto del suo obiettivo, sfidando le aspettative dei responsabili politici mentre la crescita economica ha guadagnato slancio e il tasso di disoccupazione è sceso sui livelli minimi da 50 anni, al 3,6%.

(CC - www.ftaonline.com)