Il Consiglio di Amministrazione di Salvatore Ferragamo S.p.A. (MTA: SFER), società a capo del Gruppo Salvatore Ferragamo, uno dei principali operatori mondiali del settore del lusso, riunitosi sotto la Presidenza di Ferruccio Ferragamo, ha esaminato e approvato il Resoconto Intermedio Consolidato di Gestione al 30 settembre 2019, redatto secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS (dati "non-audited").

• Ricavi: 994 milioni di euro (+2,3% rispetto ai 972 milioni di euro dei primi nove mesi 2018, +1,9% a tassi di cambio costanti )
• Risultato Operativo Lordo escluso IFRS16 (EBITDA escluso IFRS16 ): 147 milioni di euro (-1,5% rispetto ai 149 milioni di euro dei primi nove mesi 2018)
• Risultato Operativo escluso IFRS16 (EBIT escluso IFRS16 ): 96 milioni di euro (-5,7% rispetto ai 102 milioni di euro dei primi nove mesi 2018)
• Utile Netto del Periodo escluso IFRS16 : 65 milioni di euro (sostanzialmente stabile rispetto ai primi nove mesi 2018)
• Posizione Finanziaria Netta adjusted : liquidità netta di 150 milioni di euro (rispetto ai 140 milioni di euro di liquidità netta al 30 settembre 2018)

In un contesto macroeconomico e di mercato caratterizzato da una permanente complessità, e sulla base degli elementi ad oggi disponibili, si ritiene che il rallentamento dei Ricavi e dei Margini Operativi del Gruppo Salvatore Ferragamo registrato nel corso del terzo trimestre 2019, possa proseguire nell'ultima parte dell'anno.

(RV - www.ftaonline.com)