Terza seduta consecutiva con il segno meno per Ferrari che, dopo aver ceduto circa due punti e mezzo percentuali ieri, si è difeso decisamente meglio oggi. Il titolo infatti ha mostrato più forza relativa del mercato, terminando gli scambi a 108,95 euro, con un frazionale calo dello 0,05% e poco meno di 500mila azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 550mila.

Ferrari oggi ha trovato sostegno nelle indicazioni arrivate da Hsbc, i cui analisti hanno ribadito la raccomandazione "buy" sul titolo, alzando il target price da 125 a 130 euro.

Il broker indica Ferrari tra i 10 top buy a livello globale nel settore auto per quest'anno, spiegando che la valutazione a premio è giustificata dal ritmo e dalla qualità della crescita del gruppo.
Secondo gli analisti il prossimo catalizzatore potrebbe essere il lancio del primo modello ibrido in programma a marzo.