Il Consiglio di Amministrazione di Fidia S.p.A., Gruppo leader nella tecnologia del controllo numerico e dei sistemi integrati per il calcolo, la scansione e la fresatura di forme complesse, quotata nel segmento STAR di Borsa Italiana, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2019.

II primo semestre del 2019 è stato caratterizzato dal conseguimento di un Valore della produzione pari a 24,9 milioni di euro rispetto ai 26,6 milioni di euro realizzati alla fine del primo semestre del 2018. I Ricavi netti sono stati pari a 20,9 milioni di euro contro i 24,1 milioni di euro del primo semestre 2018. Tale andamento è imputabile al settore dei sistemi di fresatura ad alta velocita – HSM – che chiude l'esercizio con una sensibile diminuzione (-16,9%), alla divisione Service che ha riportato risultati in diminuzione (-4,5%); anche la divisione elettronica (CNC) ha avuto un calo, che si è attestato al -12,3% rispetto al 30 giugno 2018. L'andamento commerciale ha seguito la fase di rallentamento dei mercati che si sta profilando sempre più nettamente, segnando un valore inferiore del -24,1% rispetto alla performance del medesimo periodo dell'anno precedente.

Nel dettaglio:
Il margine operativo lordo (EBITDA) è stato pari a -2,1 milioni di euro (-0,7 milioni di euro al 30 giugno 2018), mentre il risultato operativo (EBIT) è risultato negativo per 3,3 milioni di euro rispetto agi -2,0 milioni di euro dell'esercizio precedente. Il semestre si chiude con un risultato netto di Gruppo pari -3,5 milioni di euro, rispetto ad un valore negativo di 2,3 milioni di euro al 30 giugno 2018. La posizione finanziaria netta risulta negativa per 16,9 milioni di euro, in diminuzione rispetto al valore del dicembre 2018 (11,4 milioni di euro), di cui 1,8 milioni di euro dovuti all'applicazione del nuovo principio IFRS 16.