Anche la seduta odierna non sta riservando nulla di buono per Fincantieri che continua ad indietreggiare, perdendo terreno per la quarta seduta consecutiva.

Dopo aver chiuso la giornata di ieri con un frazionale ribasso dello 0,11%, oggi il titolo scende dello 0,62% a 0,881 euro, con oltre 1,1 milioni di azioni scambiate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,7 milioni di pezzi.

Fincantieri oggi è finito sotto la lente di Equita SIM, i cui analisti si sono concentrati sull'intervista al CEO del gruppo, pubblicata questa mattina su Milano Finanza.

L'AD Bono con riferimento alla ricostruzione del Ponte Morandi ha dichiarato che i tempi di consegna, fissati per aprile 2020, saranno rispettati, dimostrando la capacità dell’Italia di realizzare grandi opere infrastrutturali.

In merito ai rumor di Leonardo dentro Cassa depositi per agevolare il rapporto più stretto con Fincantieri, Bono ha sottolineato che il tema non è quello di agevolare i rapporti tra le parti, dato che le due società collaborano da sempre, ma di creare valore per il Paese.

Infine, con riferimento all'operazione con STX, l'AD ha affermato che il processo di autorizzazione dell’antitrust evidenzia la rigidità della burocrazia europea, aggiungendo però che è nell’interesse della Francia e della stessa Europa sostenere l’operazione.

Commentando l'intervista all'Ad di Fincantieri, gli analisti di Equita SIM evidenziamo che la stessa non contiene particolari spunti operativi.

Confermata la view cauta sul titolo, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 0,9 euro.