L'ultimo "Mobility Report" del gruppo Ericsson evidenzia che nel terzo trimestre del 2012 circa il 40% di tutti i telefoni venduti era costituito da smartphone. Il traffico dati tra il terzo trimestre del 2011 e il corrispondente periodo del 2012 è raddoppiato e si prevede un cagr (tasso di crescita annuo composto) di circa il 50% fino al 2018 grazie soprattutto ai video. Le sottoscrizioni totali di telefoni cellulari dovrebbero raggiungere i 6,6 miliardi entro la fine del 2012 e i 9,3 miliardi entro la fine del 2018. I primi mercati alla base di questa crescita sono la Cina, il Brasile, l'Indonesia e le Filippine.

Ericsson si attende, inoltre, sulla base dei contratti già siglati, di avere una quota del mercato LTE sudamericano superiore al 50 per cento. La Long Term Evolution (LTE) è attualmente la tecnologia più avanzata per la fornitura di servizi a banda larga in mobilità. In particolare nella regione del Sudamerica le sottoscrizioni di contratti mobile hanno già raggiunto i 676 milioni e altri 230 milioni dovrebbero aggiungersi entro il 2018.

(GD)