Ondata di acquisti su Italcementi (+5,2%) che ha archiviato il 2012 con una perdita netta di 362,4 milioni di euro a causa di oneri non ricorrenti pari a 475 milioni: al netto di questi ultimi il risultato sarebbe stato positivo per circa 113 milioni. Inoltre la società prevede di registrare un miglioramento del margine operativo lordo nell'esercizio 2013. Nella conference call di presentazione dei risultati 2012 Italcementi ha comunicato di aver incrementato da 60 a 110 milioni di euro l'obiettivo relativo alla riduzione dei costi per il 2013.

Bel progresso anche per Camfin (+4,2%) che supera la resistenza rappresentata dai recenti massimi a 0,8240 euro e riprende il rally partito martedì della scorsa settimana in direzione del massimo annuale toccato il 22 gennaio a 0,9180.

(Simone Ferradini)