Il Ftse Mib segna -0,6%, il Ftse Italia All-Share -0,6%, il Ftse Italia Mid Cap -0,9%, il Ftse Italia Star -0,5%.

Le borse europee affondano dopo avvio positivo. Ieri sera l'S&P 500 ha chiuso a +1,43%, il Nasdaq Composite a +1,50%. Attualmente i future sui principali indici USA sono in calo dello 0,3% circa. A Tokyo il Nikkei 225 ha terminato a +1,22%, mentre a Hong Kong l'Hang Seng segna +0,2% circa.

Forti vendite su Prysmian (-5,8%): l'a.d. Valerio Battista, parlando con i giornalisti al termine dell'assemblea dei soci di ieri pomeriggio, ha affermato di attendersi un mercato mondiale dei cavi nel 2013 peggiore rispetto al 2012. Il manager ha anche messo in evidenza il momento difficile del settore costruzioni in Europa.

In rosso Finmecanica (-2,5%) dopo la presentazione del Protocollo per la competitività siglato con Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm. Il protocollo prevede un modello partecipativo tedesco, senza tuttavia arrivare a forme di cogestione.

Debole anche STMicroelectronics (-2%) in scia ai dati di ASML. Quest'ultima ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre con un giro d'affari di 892 milioni di euro, in calo rispetto a 1,023 miliardi dello stesso periodo dello scorso anno, e con un utile netto di 96 milioni (298 mln nel 1Q 2012).

Positiva Telecom Italia (+2,5%). Secondo indiscrezioni di stampa 3 Italia non vale più del 3% di Telecom in base ai primi risultati delle due diligence in corso sull'operatore italiano del colosso cinese Hutchison Whampoa. Se ne deduce che se quest'ultimo punta a diventare primo azionista della società italiana, dovrà mettere mano al portafoglio ed acquistare molte azioni Telecom.

Banca MPS (+2%) in netto progresso: MF scrive che con la decisione di ieri di sequestrare €1,8mld a Nomura e €14,5mln agli ex vertici di MPS, la Procura di Siena punta decisamente verso l'ipotesi di truffa ai danni di Rocca Salimbeni. Questo potrebbe portare MPS a chiedere la nullità dei contratti derivati per ipotetica illiceità e quindi azzerare le perdite da essi generate.