Comunicato Stampa RCS MediaGroup - Sottoscritto il contratto di garanzia tra RCS MediaGroup e i membri del consorzio di garanzia per l'Aumento di Capitale in opzione

Milano, 14 giugno 2013 – Facendo seguito al comunicato stampa del 13 giugno 2013, RCS MediaGroup comunica di aver sottoscritto il contratto di garanzia con Banca IMI, BNP Paribas, che agiscono anche in qualità di Joint Global Coordinators, e Banca Akros, Banca Aletti, Commerzbank, Mediobanca, Ubi Banca e Credit Suisse. Ai sensi del contratto i membri del consorzio di garanzia si sono impegnati a garantire, disgiuntamente tra loro e senza alcun vincolo di solidarietà, la sottoscrizione delle azioni ordinarie eventualmente rimaste non esercitate all'esito dell'offerta in Borsa dei diritti inoptati, fino ad un ammontare pari ad Euro 184,5 milioni.

Essendo inoltre pervenuti alla Società impegni irrevocabili e incondizionati da parte di soci, allo stato pari ad Euro 195,5 milioni, l'Aumento di Capitale ordinario risulta già garantito per un importo pari a Euro 380 milioni, rispetto al totale deliberato di circa Euro 400 milioni. Eventuali ulteriori impegni di soci, che dovessero pervenire tra la data di stipula dell'Accordo di Garanzia e le ore 23.59 del 16 giugno 2013, andranno a ridurre la parte di Aumento di Capitale al momento non garantito.

Tra il 12 e il 13 giugno 2013 i soci Mediobanca S.p.A., Fiat S.p.A., Fondiaria SAI S.p.A., Pirelli & C. S.p.A., Intesa Sanpaolo S.p.A., Mittel Partecipazioni Stabili S.r.l. e Edison S.p.A., aderenti alPatto di Sindacato di Blocco e Consultazione, in relazione alle azioni ordinarie di nuova emissione, hanno assunto impegni di lock-up per un periodo di sei mesi dalla chiusura dell'Aumento di Capitale.