Vendite su Fondiaria Sai, che cede il 3,48% e si porta a 1,46 euro dopo aver toccato un minimo di seduta a 1,452. Il titolo fa peggio dell'indice di riferimento Ftse Mib, che perde lo 0,7 per cento. Seduta difficile anche per il suo socio di riferimento Unipol (-2,17%).

La Procura di Torino ha richiesto una rogatoria internazionale per interrogare Paolo Ligresti, figlio di Salvatore, ex patron del colosso assicurativo poi salvato da Unipol. Già il 17 luglio un provvedimento di arresto cautelare ha colpito proprio Salvatore Ligresti e le figlie Jonella e Giulia, oltre agli ex-manager del gruppo Emanuele Erbetta, Antonio Talarico e Fausto Marchionni: le accuse aggiotaggio e falso in bilancio. Anche Paolo Ligresti era stato colpito da un mandato di arresto che però ha potuto evitare grazie al trasferimento in Svizzera, Paese del quale è cittadino da giugno.

Il 12 agosto la Guardia di Finanza di Torino ha effettuato un sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente di 251,6 milioni di euro. Diversi i beni confiscati, tra i quali alcuni alberghi di Atahotels situati in tutta Italia e il comprensorio milanese dove la famiglia Ligresti risiede. Di recente Giulia Ligresti, in carcere a Vercelli, ha chiesto il patteggiamento.

Confiscato anche il Golf Hotel Madonna di Campiglio di Milano Assicurazioni (-2,77%).

Nuovi sequestri nel prossimo futuro non sono da escludersi qualora il valore aggiornato dei beni finora confiscati non raggiungesse il richiesto importo di 251 milioni di euro. Limitate oggi le perdite di Premafin (-0,3%), la holding che è socio di riferimento di Fonsai ed è controllata da Unipol, ma ha un ridotto flottante.

(GD)