Il Ftse Mib ha chiuso a +0,24%, il Ftse Italia All-Share a +0,27%, il Ftse Italia Mid Cap a +0,61%, il Ftse Italia Star a +0,46%.

Molto bene Autogrill (+5,72% a 6,375 euro): gli analisti di Mediobanca hanno ricalcolato il prezzo obiettivo del titolo a seguito dello scorporo dell'attività retail e duty free. Il nuovo target e' fissato a 7,9 euro con giudizio "outperform" (farà meglio del mercato/settore) confermato.

Ottima performance per Buzzi Unicem (+3,54%) che allunga dopo aver superato nella seduta precedente la resistenza di area 12,20, 61,8% di ritracciamento del ribasso dal top di maggio, e si candida ora al ritorno almeno proprio sui massimi di fine maggio a 13,47.

Acquisti a valanga su Mondadori (+7,67% a 1,193 euro) grazie a Kepler-Cheuvreux che ha migliorato la raccomandazione sul titolo da "reduce" (ridurre) a "hold" (mantenere) e alzato il target price da 0,70 a 1,15 euro.

Nuovo consistente rialzo per Banca Carige (+7,51%) dopo il +12% messo a segno ieri in scia dichiarazioni di Vittorio Malacalza, in base alle quali il gruppo omonimo potrebbe essere interessato a investire nell'istituto genovese nel caso in cui dovesse essere scelto un buon amministratore delegato. Le indiscrezioni di stampa odierne parlano anche di un riavvicinamento di Unipol.

Erg (+3,94%) guadagna ulteriore terreno, portandosi sui massimi da inizio 2012, dopo il rally di ieri in scia all'annuncio dell'uscita definitiva dal settore raffinazione mediante cessione a LUKOIL dell'ultima quota del 20% posseduta nella Raffineria ISAB, per un controvalore di 400 milioni di Euro.

In forte ribasso Saipem (-4,40% a 15,63 euro): Kepler-Cheuvreux ha peggiorato la raccomandazione sul titolo a "reduce" (ridurre) da "hold" (mantenere). Il prezzo obiettivo scende da 17 a 15 euro. Gli analisti del broker si aspettano una raccolta ordini particolarmente debole nel terzo trimestre, pari a 1,2 mld euro, e questo potrebbe portare a un basso coverage ratio per il 2014. Tagliate anche le stime di Eps da parte del broker per il 2014 del 5%: ora le attese sono del 19% al di sotto del consenso.