Konkola Copper Mines (Kcm, divisione di Vedanta Resources in Zambia), secondo quanto annunciato dalla Zambia Revenue Authority, è indagata per possibile evasione fiscale e falsificazioni contabili. Le indagini arrivano a pochi giorni dalle contestate dichiarazioni di Anil Agarwal, chairman di Vedanta, che ha sottolineato come il gruppo abbia generato almeno mezzo miliardo di dollari di utili per esercizio con Kcm negli ultimi nove anni. In novembre, lo Zambia ha minacciato la revoca delle licenze minerarie di Vedanta dopo che questa aveva presentato una pesante ristrutturazione con 1.500 esuberi per Kcm (il piano è stato in seguito sospeso). Vedanta ha ribadito di aver investito almeno 2,9 miliardi di dollari nel Paese dal 2004 e che Kcm si avvia a triplicare l'output di minerale di rame nei prossimi tre anni. Fino al 2013, lo Zambia era il maggior produttore di rame dell'Africa, per essere poi superato dal Congo.

(RR)