A New York i principali indici hanno chiuso la seduta in leggero ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,13% e il Nasdaq Composite lo 0,17%. A pesare è stato il forte calo del mercato azionario cinese (Shanghaï ha perso oltre sei punti percentuali) e la situazione delicata in Grecia dove un accordo sul debito appare ancora lontano.
Contrastati gli indicatori macroeconomici pubblicati in giornata. Le nuove richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 22 maggio si sono attestate a 282 mila unità, superiori al dato rilevato la settimana precedente (275 mila unità) e alle attese degli analisti pari a 270 mila. Il numero totale di persone che richiede l'indennità di disoccupazione si attesta a 2,222 milioni, superiore ai 2,208 milioni attesi.
L'indice Pending Home Sales (vendite di case con contratti ancora in corso) ha evidenziato un incremento del 3,4 m/m ad aprile, superiore alle attese (pari al +0,9%), al di sopra del +1,2% m/m registrato nel mese precedente. L'indice è salito a 112,4 punti dai 108,7 di marzo.
Sul fronte societario Broadcom -1,58%. Il produttore di semiconduttori Avago Technologies (+0,63%) ha annunciato l'acquisto della rivale per 37 miliardi di dollari in contanti e in azioni.
Abercrombie & Fitch +13,69%. Le vendite a parità di negozi del gruppo di abbigliamento nel primo trimestre sono diminuite dell'8% contro il -8,9% atteso dagli analisti.
Semtech -12,81%. Il produttore di chip ha fornito un outlook per il trimestre in corso deludente. L'utile per azione adjusted è atteso tra 21 e 26 centesimi su ricavi compresi tra 120 e 130 milioni. Gli analisti avevano indicato un Eps di 0,37 dollari su ricavi per 142 milioni.