Presso il ministero dello Sviluppo economico, è stato sottoscritto - tra le organizzazioni sindacali, la multinazionale Alcatel Lucent e i dirigenti del dicastero - un accordo per la gestione del piano di riorganizzazione annunciato dalla società lo scorso gennaio.

Il lavoro portato avanti in questi mesi, durante i quali si sono confrontati più volte il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera ed il CEO di Alcatel Lucent Ben Veerwayen, ha consentito una profonda revisione del piano originario, che prevedeva significativi esuberi del personale e la cessazione di importanti attività di ricerca.

L'accordo siglato oggi prevede infatti il consolidamento e l'implementazione, da parte di Alcatel, di iniziative di ricerca qualificata e di attività di produzione industriale, oltre alla salvaguardia della presenza di Alcatel Lucent sul territorio italiano e al dimezzamento degli esuberi inizialmente indicati.

L'intesa è stata raggiunta anche grazie ai passi in avanti sullo sviluppo del comparto ICT che l'Agenda digitale – in corso di ultima definizione da parte del Governo - potrà determinare nei prossimi mesi.

(GD)