Barclays ha raggiunto un accordo in relazione alle indagini della FSA (Financial Services Authority), della CTC (la statunitense Commodity Futures Trading Commission) e del DOJ (Department of Justice Fraud Section, Stati Uniti) su delle manipolazioni del mercato dei tassi interbancari. In base agli accordi raggiunti la banca britannica pagherà 290 milioni di sterline. L'inchiesta fa parte di una più ampia indagine sul setting dei tassi interbancari a cavallo di varie valute e riguarda alcuni rapporti resi da Barclays e da altri membri del panel di riferimento agli enti che fissano i vari tassi interbancari e in particolare il Libor e l'Euribor.

(GD)