Ancora in flessione nel pomeriggio lo spread BTP/Bund, che torna a 426 punti base dopo un avvio a quota 466. Il differenziale sconta un rendimento del decennale italiano del 5,87% mentre è in ascesa all'1,61% il rendimento del Bund. I meccanismi messi a punto dal Consiglio Europeo consentiranno in determinate condizioni ai fondi salva-stato Efsf/Esm di acquistare titoli del debito pubblico dei paesi in regola con i piani di riforma previsti a livello europeo. Diversi osservatori hanno sottolineato la decisione di togliere al fondo Esm, che sarà impegnato nei finanziamenti in favore della Spagna, lo statuto di creditore privilegiato - la cosiddetta seniority - che rischiava di ridurre a creditori di rango inferiore i privati. Eliminando questo "privilegio" dell'Esm, l'Eurogruppo ha inviato un segnale di fiducia agli investitori privati.

(GD)